Blog

In principio era l’insonnia

Non ce la faccio più, se non dormo come Dio comanda, presto, mi dovranno rinchiudere in manicomio. Ormai non ho più un ricordo certo dell’ultima volta che ho dormito di gusto e con piacere, svegliandomi a un orario decente, ma soprattutto in condizioni decenti: ultimamente mi sono abituato al ritmo di vado a letto presto, non mi addormento prima delle 3 del mattino alle 6 mi devo svegliare per forza e passare una giornata tragica in balia del sonno più acuto.

Ho provato a prendere delle erbe omeopatiche che in erboristeria mi avevano consigliato in quanto miracolose, a detta loro. Ovviamente non è servito a nulla. Ho provato ad affidarmi alla vecchia cara camomilla, senza il benché minimo risultato: ho tolto addirittura il caffè dalla mia vita, che è un po’ come aver gettato nel cassonetto uno dei piaceri più grandi che si possano avere. Niente, non è servito a nulla.

Ora, da qualche parte, mi ricordo di aver letto che l’insonnia può dipendere dal materasso e dal dormire bene in questo senso. Già avevo in mente di cambiare il mio vecchio materasso, che sembra più uno strumento per fachiri, ormai, piuttosto che un supporto per riposare. A forza di vedere televendite, poi, mi sono incuriosito tantissimo per quanto riguarda il memory foam, ho trovato un’azienda italiana che produce un sacco di modelli. Ho quindi inviato una mail, ieri, chiedendo se esistesse qualche modello specifico per il mio problema, e mi hanno risposto un’ora fa dicendomi visita il sito web e inserisci insonnia nello spazio per la ricerca, abbiamo molti modelli che ti aiuteranno a dormire bene! Offerta matererassi matrimoniali.

Penso di aver trovato quello giusto per me, o almeno quello che mi ispira di più. Domani vado a ricaricare la PostePay e lo compro, sperando che se in principio era l’insonnia, in futuro non lo sarà più.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *